FOCACCIA TIPO MESSINESE

La focaccia alla messinese è un concentrato di pura bontà.
Nasce come ricetta di recupero in un passato nemmeno troppo lontano ed è una delle focacce più buone di tutta la cucina italiana.
Ai miei ricordi di infanzia più belli è legata questa prelibatezza. Infatti, ogni estate, Natale o festa comandata trascorsa in Calabria, cominciava sempre con la focaccia messinese che mio zio Bruno portava, appena attraversava lo Stretto.
Veramente questa tradizione continua anche oggi e, capita spesso, quando vado io a Messina dallo zio, di fare i tour gastronomici per trovare la migliore della città. Inutile dire che per me sono tutte buonissime ma i panettieri e le rosticcerie a cui mi sono rivolta per avere la ricetta, hanno dosi diverse e qualcuno mette anche le olive. Quello che non può mancare sulla focaccia alla messinese sono le acciughe, la tuma o al massimo la provola dei Nebrodi.
Questa ricetta si ispira il più più possibile a quella originale ma ovviamente è una mia interpretazione. Soprattutto perché le dosi non sono da panificio o rosticceria e il forno di casa ha altri tempi. Per non lasciare la base cruda e la verdura cotta e secca in superficie, ho fatto varie prove e questa è la più convincente. E comunque è facile attraversare lo Stretto gustando gli arancini/e sul traghetto.
Da eroi è portare due“spase calde calde” con il sostegno del comandante ti dice che fai bene a portare assaggiare questa bontà nel “continente”.

AuthorVirginia FamiliariCategoryDifficultyAdvanced

Yields1 Serving
Prep Time2 hrs 30 minsCook Time30 minsTotal Time3 hrs

Ingredienti per due teglie da forno:
 300 g di semola rimacinata di grano duro
 300 g di farina 00
 circa 350 ml di acqua
 10 g di lievito di birra fresco
 1 cucchiaino di zucchero
 12 g di sale
 un cucchiaio di strutto (circa 20 g)
 in alternativa allo strutto 30 ml di olio di semi
Ingredienti per la farcitura:
 un cespo di scarola riccia già privo delle foglie più esterne
 acciughe salate q.b.
 150 g di pomodorini
 2 cucchiai di Extra Vergine di Oliva
 350 g di provola dei Nebrodi o Tuma (se non li trovate potete utilizzare il formaggio che più gradite )
 sale e pepe q.b.

1

Sciogliete il lievito nell'acqua e poi aggiungi lo zucchero.
In una ciotola molto molto ampia versate le due farine setacciate.
Fate un buco al centro e versate l'acqua con il lievito sciolto, lo strutto e il sale.
Partendo dal centro schiacciate questo composto tra le mani e, poco alla volta unite anche la farina dai lati.

2

Cominciate a impastare energicamente sul piano di lavoro infarinato fino a quando non avrete un impasto omogeneo ed elastico.
Se avete la planetaria o qualsiasi impastatrice non esitate e impastare meccanicamente.
Riponete l'impasto nella ciotola ampia leggermente infarinata.
Sigillate con la pellicola alimentare e fate lievitare fino al raddoppio.
Ci vorranno anche due ore.

3

Trascorso il tempo necessario dividete l'impasto in due parti e poi stendete col mattarello.
Ungete le teglie del forno col dell'olio e poggiate delicatamente le due sfoglie di impasto.
Fate lievitare ancora per mezz'ora nel forno spento.
Nel frattempo lavate bene la scarola, asciugatele e tagliatela a ciuffetti più piccoli.

4

Versate la scarola in una ciotola ampia e conditela con l'Extra Vergine di Oliva, i pomodorini a spicchi, sale e pepe.
Tagliate la provola a cubetti e pulite le acciughe delle impurità.
Sulla superficie della focaccia distribuite le acciughe a pezzetti e la provola.
Preriscaldate il forno statico a 190°C e fate cuocere la base della focaccia per 15 minuti.
Dopodiché estraete la focaccia e distribuite la scarola condita in precedenza con i pomodorini.

5

Fate cuocere così per altri 15 minuti. magari coprendo la verdura con della carta forno, così non si secca.
Verificate sempre i tempi di cottura del vostro forno e se occorre, allungate di qualche minuto i tempi di cottura della focaccia tipo messinese.
Buon appetito!

Ingredients

Ingredienti per due teglie da forno:
 300 g di semola rimacinata di grano duro
 300 g di farina 00
 circa 350 ml di acqua
 10 g di lievito di birra fresco
 1 cucchiaino di zucchero
 12 g di sale
 un cucchiaio di strutto (circa 20 g)
 in alternativa allo strutto 30 ml di olio di semi
Ingredienti per la farcitura:
 un cespo di scarola riccia già privo delle foglie più esterne
 acciughe salate q.b.
 150 g di pomodorini
 2 cucchiai di Extra Vergine di Oliva
 350 g di provola dei Nebrodi o Tuma (se non li trovate potete utilizzare il formaggio che più gradite )
 sale e pepe q.b.

Directions

1

Sciogliete il lievito nell'acqua e poi aggiungi lo zucchero.
In una ciotola molto molto ampia versate le due farine setacciate.
Fate un buco al centro e versate l'acqua con il lievito sciolto, lo strutto e il sale.
Partendo dal centro schiacciate questo composto tra le mani e, poco alla volta unite anche la farina dai lati.

2

Cominciate a impastare energicamente sul piano di lavoro infarinato fino a quando non avrete un impasto omogeneo ed elastico.
Se avete la planetaria o qualsiasi impastatrice non esitate e impastare meccanicamente.
Riponete l'impasto nella ciotola ampia leggermente infarinata.
Sigillate con la pellicola alimentare e fate lievitare fino al raddoppio.
Ci vorranno anche due ore.

3

Trascorso il tempo necessario dividete l'impasto in due parti e poi stendete col mattarello.
Ungete le teglie del forno col dell'olio e poggiate delicatamente le due sfoglie di impasto.
Fate lievitare ancora per mezz'ora nel forno spento.
Nel frattempo lavate bene la scarola, asciugatele e tagliatela a ciuffetti più piccoli.

4

Versate la scarola in una ciotola ampia e conditela con l'Extra Vergine di Oliva, i pomodorini a spicchi, sale e pepe.
Tagliate la provola a cubetti e pulite le acciughe delle impurità.
Sulla superficie della focaccia distribuite le acciughe a pezzetti e la provola.
Preriscaldate il forno statico a 190°C e fate cuocere la base della focaccia per 15 minuti.
Dopodiché estraete la focaccia e distribuite la scarola condita in precedenza con i pomodorini.

5

Fate cuocere così per altri 15 minuti. magari coprendo la verdura con della carta forno, così non si secca.
Verificate sempre i tempi di cottura del vostro forno e se occorre, allungate di qualche minuto i tempi di cottura della focaccia tipo messinese.
Buon appetito!

FOCACCIA TIPO MESSINESE
0
(Visited 228 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *